.

Elenco dei prodotti per brands MONCARO

Moncaro è profondamente insediata nel suo territorio grazie ai suoi agricoltori e ai suoi vigneti.
È fattore di uno sviluppo economico legato alla tradizione ed al territorio come quello vitivinicolo.
Impegnata nella ricerca ed attenta a cogliere e conservare la biodiversità dei tantissimi microambienti di cui è spettatrice e garante, Moncaro è un fondamentale custode della memoria del territorio e un contributo al mantenimento del tessuto economico e sociale e, di conseguenza, del paesaggio.
Progetti svolti in collaborazione con le università hanno portato alla selezione di lieviti autoctoni e all’individuazione di vecchi cloni di viti Verdicchio, insediati in queste colline in epoca remota, studiati e reimpiantati poi da Moncaro. Continuo è inoltre il sostegno ad associazioni ed iniziative legate alla cultura e alla storia del territorio.

Si sente espressione della cultura delle Marche e ne rappresenta il cuore. Come altre realtà di questa terra, ha il forte desidero e la voglia di svelarne finalmente le bellezze e la bontà dei suoi prodotti facendo qualità e servizio, con personalità e stile. Parlare la lingua del mondo globale senza paura grazie al fatto di essere indissolubilmente legati alla proprie radici.

L’azienda ha le tre sedi di produzione e i suoi vigneti nelle aree vitivinicole più importanti della regione.
La Cantina di Montecarotto nell’ area classica dei Castelli di Jesi.
La Cantina del Conero a Camerano, alle pendici del Monte Conero.
E la Cantina di Acquaviva nel sud delle Marche nell’area superiore del Piceno.

Moncaro è profondamente insediata nel suo territorio grazie ai suoi agricoltori e ai suoi vigneti.
È fattore di uno sviluppo economico legato alla tradizione ed al territorio come quello vitivinicolo.
Impegnata nella ricerca ed attenta a cogliere e conservare la biodiversità dei tantissimi microambienti di cui è spettatrice e garante, Moncaro è un fondamentale custode della memoria del territorio e un contributo al mantenimento del tessuto economico e sociale e, di conseguenza, del paesaggio.
Progetti svolti in collaborazione con le università hanno portato alla selezione di lieviti autoctoni e all’individuazione di vecchi cloni di viti Verdicchio, insediati in queste colline in epoca remota, studiati e reimpiantati poi da Moncaro. Continuo è inoltre il sostegno ad associazioni ed iniziative legate alla cultura e alla storia del territorio.

Alla vista, il vino si presenta rosso rubino con orlo granato. Il naso regala intensi aromi di frutta scura (prugna) e fiori viola. Al palato, il vino si sviluppa con equilibrio: corpo rotondo, tannini levigati e netta trama minerale. Persistente ed armonico.

In magazzino

vitigni e coltivazione
Uve: 100% Montepulciano.

In magazzino

vitigni e coltivazione

Uve: 100% Verdicchio.

In magazzino

Giallo paglierino con riflessi verdolini, al naso si evidenziano sentori fruttati e floreali molto eleganti. L'assaggio mostra una grande freschezza e una forte mineralità che vengono sorretti da un corpo importante. Molto interessante fin da giovane, può regalare piacevoli sorprese con l'invecchiamento

In magazzino

Il nome deriva dal colore rosso rubino, quasi impenetrabile. Pochissime bottiglie perché prodotto in un unico vigneto di 2ha. Vino da grande invecchiamento, destinato ad impreziosire le più belle cantine e carte dei vini.

In magazzino

Rosso rubino intenso, con riflessi porpora. Il naso percepisce sentori fruttati di amarena e floreali di viola appassita. Dal fondo del calice emergono anche aromi speziati ed eterei. Ha un gran corpo e il gusto risulta rotondo e saporito. I tannini sono giustamente fusi nell’alcol e il finale è di grande eleganza.

In magazzino

Colore giallo dorato carico, profumo fruttato intenso, frutta candita, frutti esotici e note speziate; sapore armonico, vellutato con retrogusto ed odore caratteristico conferito dalla muffa nobile.

In magazzino